Archivio (comunque indiziario) di Erostrato poi Frazione Clandestina

documenti

R E G E S T I . Frazione Clandestina . fiduciari: Carmelo Romeo e Luciano Trina dal 1972 a tuttora . Utilizzando la fessura della cassetta postale, direttamente accessibile dalla strada, in un arco di tempo compreso tra il 1973 e il 1977 vennero fatti pervenire alla sede della frazione - dissimulata a quel tempo in via del Vantaggio 23 (Roma) - una serie di messaggi anonimi. Anche tali documenti vennero tutti singolarmente archiviati sotto la comune sigla ICP, seguita dalla data di ricezione . Cfr. Catalogia Politica Pdf .

REGESTI ICP (data e tipo di documento: G grafia . T testo dattiloscritto . F fotocopia . C ciclostilato . A altro .
ICP.06.01.73 G . Timbro di Annullo postale e sua legenda .
.
Leggi il testo più recente (1980) sulle forme di successione della produzione inziato a pubblicare su nømade 14.ottobre 2017 .
ICP.15.03.73 F . De la barricade (schema)
ICP.12.05.73 FC
. Gli intellettuali e il marxismo, f. postata + Fantasime carlailiane, fascicolo da Il Programma comunista n.9. 7-21 maggio 1953. Vedi in Forniture . vedi anche in nømade 15 alla nota 5
ICP.15.10.73
T
. La barricata nell'introduzione di Engels all'edizione del 1895 di "Lotte di classe in Francia" di Karl Marx
ICP.01.11.73 T
. Una nota informa che questo documento è stato inviato alla redazione di un giornale della sinistra in risposta ad un appello circa una sottoscrizione per le armi al MIR cileno, e per conoscenza ai compagni Pietro Z., L.T., Marco O., L.O.R., Vilfredo J., R.R., Augustin A., Andrea M., Ugo R., Kurt L., Inigo E., Henry H., e agli Uffici per la Immaginazione Preventiva (M. Benveduti, T. Catalano, F. Falasca). Del testo ne diamo qui una anticipazione.
[...] Quanto successo in Cile non sarebbe certamente accaduto se il proletariato cileno andando al potere con la forza avesse con la stessa forza applicato la prima tra le misure rivoluzionarie che sola poteva imporre nell'esercizio di una sua dittatura: disarmo e smobilitazione dell'esercito nazionale, armamento del proletariato rivoluzionario. Ma anche non sarebbe accaduto... se il proletariato di tutti i paesi, e specialmente quello delle metropoli degli stati imperialisti, avendo impugnato di nuovo lo storico programma rivoluzionario, si fosse presentato come forza minacciosa, irriducibilmente decisa e pronta ad azzannare le gole delle proprie borghesie nazionali; perchè sarebbe bastata soltanto anche la ventilata minaccia di una rivoluzione nei paesi avanzati industrialmente a dissuadere la codarda borghesia cilena a toccare uno solo di quegli operai che adesso a migliaia massacra impunemente ...(svolgere una analisi politica e economica della situazione cilena) risolleverebbe almeno la complessa questione della visione marxista del corso delle rivoluzioni nei paesi pre-industriali, giovani-industriali, coloniali ecc., nei quali, insieme a una borghesia poco sviluppata e a un proletariato poco numeroso convivono strutture e rapporti arcaici che all'imperialismo mondiale fa comodo mantenere, così da impedire anche vie pacifiche al capitalismo, come riteniamo sia stato il caso del Cile, al di fuori di ogni fantasia... Vedi completo
ICP.13.11.73 A . Il Non Plus Ultra dello Stato moderno nell'attuale forma di produzione 4 - Capitalismo
ICP.07.03.74 F . (schemi) Schizzi cartografici di Engels .
ICP.01.08.74 G . (carboncino nero) "Ricordatevi di Jaroslav" agosto 1918 .
ICP.03.08.74 F . Ordine del Giorno n.31. agosto 1918 .
ICP.01.09.74 T . Che cos'è il nemico . settembre 1918 .
ICP.07.10.74 F . Ordine del Giorno n. 44 ottobre 1918 .
ICP.24.11.74 F . Ordine del Giorno n..65 del novembre 1918 .
ICP.03.05.75   G . (in rosso: Guai ai disertori . 3 maggio 1919)
ICP.17.07.75? F . (evidenziato: "Demagogia criminale . 17 luglio 1919")
ICP.08.10.75 F
. (evidenziato: "Vietato l'ingresso agli avventurieri, agli arrivisti e agli industriali.-8 settembre 1919, n.90")
ICP.23.11.75 T . Di quale rivista militare abbiamo bisogno? . Vedi nomade n.12.2016
ICP.25.12.75 G
. Le Leggi dell'Ospitalità . tempera blu su carta da lettere celeste .
Modesta proposta per una futura tipologia dell'abitare (il capitalismo ha troppo costruito . quanto rimane in dotazione . sentieri, casere e rifugi . architettura leggera: dall'efficacia all'efficienza . dalla stanzialità quaternaria al nomadismo quinario) . critica alle Leggi dell'Ospitalità .
ICP.29.06.76 T
. ... La forma migliore di Stato è quella in cui gli antagonismi sociali non vengono annullati o repressi con la forza, quindi in modo soltanto artificiale, quindi solo in apparenza; la forma migliore di Stato è quella in cui gli antagonismi raggiungono lo stadio della lotta aperta, e quindi della loro soluzione... (dal n.29 del 29/6/1848 della Neue Rheinische Zeitung) .
ICP.13.11.76 A Ce qui manque e cos'è in più (l'erba del volontarismo) nell'Atlante di Enzo Mari-Leonetti-Fiorani
ICP.15.11.76 F
. (fotocopia dell'intero capitolo IV -Base liberale dello Stato- di "Critica al programma di Gotha" di K. Marx; sottolineato a penna la seguente frase: "...Il Partito operaio tedesco (del 1875) - almeno se fa proprio questo programma - mostra come le idee socialiste non gli siano entrate neppure sottopelle..." .
ICP.20.11.76
G . (in rosso) " La classe operaia o è rivoluzionaria o non è nulla " .
ICP.25.11.76
T
. (contenente una serie di citazioni raccolte sotto l'intestazione comune: "Coordinate per la definizione marxista di "classe") .
ICP.30.11.76 T
. Un esercito di 150.000 uomini in Parigi, il lungo trascinarsi della decisione, il discredito della stampa, la pusillanimità della Montagna e dei rappresentanti neoeletti, la tranquillità maestosa dei piccoli borghesi, ma sovr'ogni altra cosa (sottolineato a mano in rosso) la prosperità commerciale e industriale, impedirono qualsiasi tentativo rivoluzionario da parte del proletariato". (Marx, Lotte di classe in Francia dal 1848 al 1850). In calce, pure in rosso, era scritto a mano cfr. 1975/76.
ICP.05.12.76 F
. Fotocopia dal primo saggio di redazione de "La guerra civile in Francia" di Marx, nella quale si trova sottolineata a penna la frase: "Si tratta di una risoluzione contro lo Stato stesso (corsivo dell'A), questo aborto soprannaturale della società". Su un foglio allegato si legge: "Gli odierni capi operai sedicenti comunisti, ci dovrebbero svelare per quale miracolo storico questo aborto è risorto come un organismo pieno di vita che il proletariato dovrebbe mantenere con il suo lavoro per adesso, con il suo sangue potrebbe profilarsi continuando di questo passo. Perché se miracolo c'è stato (ma non c'è stato e non vi potrà mai essere) la classe operaia non se ne è accorta".
ICP.10.12.76 T
. "...Essa (la Montagna di allora) aveva conclusa un'alleanza con i capi socialisti, e se ne cementò la riconciliazione con banchetti nel febbraio 1849. Fu allora delineato un programma comune; si formarono dei comitati elettorali comuni e si portarono gli stessi candidati. Si smussò così la punta rivoluzionaria delle rivendicazioni sociali del proletariato, dando una forma democratica; e si spogliarono le rivendicazioni democratiche della piccola borghesia della loro forma puramente politica per farne risultare la punta socialista... Il carattere distintivo della democrazia socialista (che così si era formata . n.d.r.) si riassume in questo: reclamare le istituzioni repubblicane democratiche come mezzo, non per sopprimere i due estremi: Capitale e Salariato, ma per temperarne le antitesi e fonderli armonicamente...". (K. Marx, Il diciotto Brumaio di Luigi Bonaparte)
ICP.27.12.76 G
. (in rosso): "Invece della parola d'ordine conservatrice: "Un equo salario per un'equa giornata di lavoro", gli operai devono scrivere sulla loro bandiera il motto rivoluzionario: "soppressione del sistema del salario."
ICP.13.04.77 C
. "Il 23 marzo 1927 le truppe del Kuomintang si attestavano fuori di Shangai. Dopo tre giorni, convinta la popolazione a disarmarsi per ricevere "l'esercito rivoluzionario nazionale" così come era stato definito dal Comintern stalinizzato, entrava nella città. Il 13/4/1927, cinquanta anni fa, Chiang Kai-shek, iniziò il massacro del proletariato vittorioso caduto nella trappola della pacificazione nazionale e della collaborazione di classe."
ICP.01.06.77 C
. Nel 1879 Marx e Engels ammonivano Bebel, Liebknecht e Bracke, nell'accettare nel partito "persone provenienti dalle classi sinora dominanti" suscettibili di apportare nel partito "elementi di educazione", raccomandando prima di "por mente a due cose. In primo luogo per essere realmente utili al movimento proletario, queste persone devono portare con se reali elementi di educazione", questi dovevano cioè "cominciare a studiare a fondo per proprio conto la nuova scienza, invece di aggiustarsela ciascuno dal punto di vista che si è portato con se, di farsene una scienza privata e di farsi subito avanti con la pretesa di volerla insegnare, ...in secondo luogo, la prima esigenza è che siffatte persone non portino con se nessun residuo di pregiudizi borghesi, piccolo borghesi ecc., ma facciano proprio senza riserve il modo di considerar le cose del proletariato" .
ICP.19.10.77 C . La sede è aperta a lettori e simpatizzanti... Altro in Forniture


Sezione 1

Erostrato / Frazione


Home Page

Indici Provvisori